10 cose da vedere a Sirmione

La tua vacanza nella “Perla del Garda” non sarebbe la stessa senza esplorare le 10 cose da vedere a Sirmione.

Nel territorio della città ci sono numerosi punti di interesse culturale, storico, naturalistico e balneare, e abbiamo pensato di identificarne per te dieci in particolare che puoi visitare in uno o più giorni di permanenza.

Puoi seguire questo decalogo per avere gli spunti principali per vivere al meglio il tuo soggiorno a Sirmione.

 

01. Il Castello Scaligero

Edificato dopo la metà del Trecento, il Castello Scaligero si erge all’imbocco del centro storico, dove veglia sul borgo antico e sulle acque del lago di Garda che lo circondano.

Passeggiando fra la darsena che faceva da rifugio per le navi, il cortile, i corridoi, vi si può ritrovare l’atmosfera struggente dell’epoca dei Della Scala, quando la rocca fungeva da postazione difensiva per la zona.

Soggetto ad apertura stagionale, il castello è completamente visitabile previo acquisto dell’apposito ticket alla biglietteria situata all’ingresso. Visita il sito ufficiale del Castello Scaligero.

 

02. Le Grotte di Catullo

Situate in una posizione altamente scenografica, sulla punta della penisola di Sirmione affacciata tutto attorno alle acque e al paesaggio del lago di Garda, le Grotte di Catullo corrispondono ai resti di un’antica villa romana sorta tra il I secolo a.C. e il II secolo d.C. Secondo una tradizione popolare locale (senza fondamento) si tratterebbe della residenza del poeta Gaio Valerio Catullo, da cui il nome.

Immerse fra la vegetazione, le rovine possono essere visitate con una passeggiata durante la quale ci si può soffermare anche all’adiacente Museo con reperti legati a varie epoche e alla storia sirmionese e benacense. Ingresso a pagamento. Visita il sito per maggiori informazioni.

 

03. La Spiaggia Giamaica

Collocata sulla punta di Sirmione, sotto le Grotte di Catullo, la Spiaggia Giamaica è un luogo dall’atmosfera esotica, da cui lo sguardo si perde verso la Rocca di Manerba e fino alla parte nord del lago: circondata dalle acque cristalline e ornata dalla vegetazione selvaggia che cresce spontaneamente tutto attorno, è formata da rocce bianche e lisce, levigate in ogni momento dalle onde.

In parte attrezzata con lettini, è raggiungibile a piedi seguendo un cancello che si trova poco prima dell’entrata delle Grotte di Catullo, attraversando una ripida discesa fra gli ulivi. Maggiori informazioni qui.

 

04. La Spiaggia Lido delle Bionde

Lido delle bionde

Sulla penisola di Sirmione, fra il Parco di Villa Cortine e le Grotte di Catullo, il Lido delle Bionde è una romantica spiaggia che si apre tra gli uliveti terrazzati e la dorsale su cui sorgono i resti della villa romana. Il nome, ispirato dalla parola “biunda” che significa “luogo recintato”, descrive alla perfezione questo angolo discreto affacciato sulle acque del lago.

Proprio davanti alla spiaggia in un piccolo recinto di pietre ci si può godere un soffio di acqua calda che arriva dalle Terme di Sirmione.

La spiaggia è libera, dotata di docce, bar e ristorante. Sono ammessi i cani. I lettini sono solo su prenotazione scrivendo il giorno prima a info@lidodellebionde.it.

 

05. Passeggiata nel borgo antico

Buganville nel centro storico di Sirmione
Ph. Vasquez Claudia

Dall’incantevole Castello Scaligero fino all’estremità della punta della penisola dove sorgono le Grotte di Catullo: la passeggiata nel borgo antico di Sirmione è un’esperienza unica, in cui immergersi nella storia locale e italiana attraverso monumenti e reperti che vanno dalla Preistoria all’epoca romana, dal periodo altomedievale alla contemporaneità.

Visitata la Rocca, ci si può infilare tra i suggestivi vicoletti e ammirare i resti della Chiesa di San Salvatore e i siti legati alla romanità, riscoprire la Divina Maria Callas nel Palazzo che porta il suo nome o raggiungere l’affascinante chiesa di San Pietro in Mavino, con una pausa rigenerante in uno dei parchi o nei locali del centro.

 

06. Terme

Terme di Sirmione

Sirmione è nota, almeno fin dall’epoca romana, per la presenza dell’antica Fonte Bojola e delle sue acque termali sulfuree e salsobromoiodiche, che possiedono proprietà preventive, terapeutiche e riabilitative: un soggiorno in città può essere l’occasione per scoprire tutti i trattamenti proposti, legati all’ambito salute e bellezza.

In qualunque momento dell’anno i due centri termali Terme Virgilio a Colombare e Terme Catullo in centro storico offrono l’opportunità di effettuare cicli curativi, a cui si affiancano le attività di benessere che si possono svolgere presso il centro Aquaria Thermal SPA e quelle presso diverse strutture alberghiere.

 

07. Chiesa San Pietro in Mavino

È la chiesa più antica del territorio sirmionese, risalente all’VIII secolo d.C.: la Chiesa di San Pietro in Mavino si trova sul colle di Mavino e vi si giunge seguendo la direzione delle Grotte di Catullo e risalendo un dolce declivio. Immersa fra gli ulivi, offre un’atmosfera di pace e silenzio, a due passi dal centro storico.

Dall’esterno si può vedere il campanile romanico, rimaneggiato nel 1070, mentre l’edificio della chiesa è stato rifatto nel 1320.

All’interno sono suggestivi gli affreschi del Trecento e, della stessa epoca, la Madonna in trono col Bambino e Santi.

 

08. Punta Grò

Spiaggia di Punta Grò a Sirmione

Esteso all’estremità del territorio sirmionese, al confine con Peschiera del Garda, Punta Grò è un parco e un’area balneare che si affaccia direttamente sulle acque del lago, in località Lugana. È una zona idilliaca per passeggiare fra alberi secolari, per trascorrere ore in spiaggia e per godersi il paesaggio del lago di Garda, con la vista che abbraccia tutta la parte bassa del lago fino alle montagne verso nord.

È il punto d’inizio della Passeggiata Letteraria di Sirmione e il luogo in cui sorge la “Casa del Pescatore”, esposizione a cielo aperto legata all’antico mestiere della pesca sul lago e a Sirmione.

 

09. Giro in battello

Battello a Sirmione
Ph. Elia De Guidi

Con la sua conformazione di penisola che permette di navigare via acqua praticamente tutto attorno, Sirmione è particolarmente suggestiva anche per un percorso in barca, dalla quale è possibile ammirare bellezze naturali e archeologiche da una prospettiva davvero unica e provare l’emozione di affrontare le onde e le brezze del lago, in tutta sicurezza per tutta la famiglia.

Il porto e il Castello Scaligero, le Grotte di Catullo, le strutture termali, la Villa Callas sono alcuni dei punti d’interesse da ammirare, intervallati dai meravigliosi panorami e scorci naturalistici donati dal lago di Garda e dal fascino rigoglioso della vegetazione dal profilo mediterraneo.

 

10. Passeggiata letteraria

Il percorso di Dante a Sirmione

Sei tappe nel territorio sirmionese in cui altrettanti cartelli, grazie a un sistema di Qr Code, in tutta semplicità usando il proprio smartphone permettono di ascoltare l’audio di brani letterari appositamente scelti per formare un vero e proprio percorso, legato a un tema o a un letterato che verrà variato di anno in anno.

Ritrovare tutti questi estratti permette di abbandonarsi alle parole dei loro autori e, allo stesso tempo, passeggiare fra i luoghi di Sirmione lasciandosi incantare dal paesaggio, a partire da Punta Grò fino al Lungolago di Lugana, dal Lido Galeazzi a Largo Pertini, dal Parco Callas a San Pietro in Mavino.

 

La mappa

Puoi ritrovare tutte le indicazioni che ti servono sulle 10 cose da vedere da Sirmione seguendo i punti identificati sulla mappa seguente:

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.