UNO SGUARDO DAL PONTE: IL DRAMMA DI UN EMIGRATO ITALIANO A NEW YORK

Sabato 26 novembre, al Palazzo dei Congressi

Pubblicato il: 21 Novembre 2011

Sabato a Palazzo

26 novembre 2011, ore 21
Uno sguardo dal ponte
di Arthur Miller
Associazione teatrale Nuovo Palcoscenico (Casale Monferrato, AL)
Sirmione, Palazzo dei Congressi
Ingresso € 5,00

La tragica storia un italiano emigrato negli Stati Uniti in un tormentato dramma di Arthur Miller: rielaborazione in chiave moderna di una tragedia greca, esaltazione dei valori patriarcali della società, dramma sociale degli immigrati, tormento interiore del protagonista.

Uno sguardo dal ponte
L’emigrato italiano Eddie Carbone, portuale newyorchese, vive a Brooklyn con la moglie Beatrice e la nipote diciottenne Catherine, della quale è morbosamente geloso. Quando ospita a casa sua Marco e Rodolfo, immigrati clandestinamente negli Stati Uniti, non riesce a sopportare che tra la nipote e Rodolfo nasca un reciproco interesse e si convince che il giovane stia cercando di farsi sposare per ottenere la cittadinanza americana. Dopo averlo più volte provocato, arriva addirittura a denunciarlo all’ufficio immigrazione e a farlo arrestare. La rivalità avrà esito tragico e sarà lo stesso Eddie a rimanere vittima della propria ossessione.
Ambientato nella casa di un italoamericano di Brooklyn, il dramma si snoda sul tema classico di un amore insano che porta alla tragedia, inserendovi però interessanti e, per il tempo, coraggiosi elementi di critica sociale. La miseria degli immigrati italiani, la loro difficoltà di adattarsi al nuovo mondo, l’incapacità di comprendere un sistema di leggi che ritengono differente dall’ordine naturale delle cose e, soprattutto, la vacuità del sogno americano popolano, tra le righe, le pagine di questa storia raccontata, come se si trattasse di un caso emblematico, da una sorta di ‘avvocato dei poveri’. Una tragedia, come lo stesso Miller fa ammettere ai suoi personaggi, annunciata fin dall’inizio perché quelle condizioni sommate a quei sentimenti, a quelle passioni, non possono portare che ad un unico risultato, un risultato tragico.
Di Uno sguardo dal ponte esistono due versioni: la prima, in un atto, rappresentata nel settembre del 1955 a New York, assieme con Ricordo di due lunedì; la seconda, in due atti, rappresentata nell’ottobre del 1956 a Londra. " Se questa storia era accaduta, e se non avevo potuto dimenticarla in tanti anni – ricorda Miller -, essa doveva avere per me un qualche significato, e potevo scrivere ciò che era accaduto, e perchè era accaduto; e del significato che ciò aveva per me, descrivere quel tanto di cui mi rendevo conto. Tuttavia desideravo lasciare l’azione così com’era, in modo che lo spettatore avesse la possibilità di interpretarne il significato interamente per conto suo, e accettare o respingere la mia interpretazione. Questa consisteva nell’orrore d’una passione che nonostante sia contraria all’interesse dell’individuo che ne è dominato, nonostante ogni genere di avvertimento ch’egli riceve, e nonostante perfino ch’essa distrugga i suoi principi morali, continua ad aumentare il suo potere su di lui fino a distruggerlo".

Associazione teatrale Nuovo Palcoscenico (Casale Monferrato, AL)
Nuovo Palcoscenico è fondato nel 1986 da Chiara Angelini e Giuseppe Costantino, entrambi provenienti da precedenti esperienze formative in ambito teatrale.
Da più di vent´anni organizza corsi di recitazione in città, biennali, al termine dei quali gli allievi più promettenti vengono inseriti nelle produzioni della Compagnia.
Numerosi gli interventi nelle scuole piemontesi sia con laboratori per alunni e insegnanti, sia con l´offerta di spettacoli.
La Compagnia ha allestito una sessantina di produzioni rappresentate in svariati teatri del Piemonte, della Liguria, della Lombardia, del Veneto, del Trentino Alto Adige e delle Marche: soprattutto autori classici, a volte rivisti secondo un´ottica contemporanea anche con l´utilizzo di video. Eschilo, Sofocle, Euripide, Molière, Marivaux, Shakespeare, Goldoni, Pirandello, Verga, Cechov, Lorca, Brecht ), ma anche di teatro del secondo ´900 ( Williams, Beckett, Ionesco, Pinter, Betti, Buzzati). Ha ottenuto importanti riconoscimenti sia in ambito nazionale (Festival di Pesaro, Festival di Nave) che in quello regionale (Torino, Alessandria, Biella ) vincendo premi per miglior spettacolo, regia, attori protagonisti.

Sguardo dal ponte

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.