Turismo a Sirmione: 1.156.982 presenze nel 2012

La Provincia di Brescia presenta i dati statistici

Pubblicato il: 13 Febbraio 2013

Note di sintesi ai dati statistici del movimento turistico

registrato a Sirmione nel 2012
Confronto con il 2011

Arrivi 307.544 (+5,20%) – Presenze 1.156.982 (+6,17%)

L’andamento del flusso turistico registrato nel comune di Sirmione nel corso del 2012 è stato molto buono e continua la tendenza positiva registrata dal 2010. Il 2012 si è, quindi, chiuso con un + 5,20% negli arrivi e un + 6,17% nelle presenze confermando la località al primo posto in provincia.Gli arrivi, che nel 2011 erano stati 292.331, sono passati a 307.544 e le presenze, che nel 2011 erano state 1.089.780, hanno raggiunto quota 1.156.982. Si tratta di un traguardo importante, il massimo storico, che, almeno in questo settore, elimina ogni perplessità riguardante il grado di attrattività della località.

Anche nel 2012, a determinare l’aumento sono stati gli stranieri sia negli esercizi alberghieri che in quelli extra e con dati di tutto rispetto: +9,49% gli arrivi e + 12,17% le presenze negli alberghi e,

+15,32% gli arrivi e +15.06% le presenze negli extralberghieri.

Gli Italiani hanno invece manifestato anche a Sirmione le difficoltà della congiuntura economica facendo segnare dati significativamente negativi nel comparto alberghiero: – 4,44% gli arrivi e -9,66% le presenze. A bilanciare parzialmente l’andamento degli Italiani concorre il dato positivo degli arrivi negli esercizi extralberghieri + 4,33%.

I turisti italiani

Tra gli ospiti italiani di Sirmione, che rappresentano il 39,61% degli arrivi ed il 31,85% delle presenze, i più affezionati sono i Lombardi che mantengono la prima posizione con il 14,54% degli arrivi e l’11,77% delle presenze sul totale generale. Numeri molto meno significativi hanno fatto registrare i Veneti gli Emiliani e i Piemontesi.  Rispetto al 2011, i Lombardi sono aumentati del 4,28% negli arrivi e sostanzialmente invariate sono state le presenze: + 0.09. In aumento anche i Veneti + 5,35% (arrivi) e 8,80% (presenze), mentre in diminuzione sono i Toscani. L’incidenza degli Italiani sul totale generale è calata rispetto al 2011, quando era del 42,85% per gli arrivi e del 36,22% per le presenze.

I turisti stranieri

Nel 2012, gli ospiti stranieri hanno rappresentato il 60,39% degli arrivi totali ed il 68,15% delle presenze totali incrementando, ulteriormente, l’incidenza sul totale degli ospiti che, nel 2011, era del 57,15% negli arrivi e del 63,78% nelle presenze. Numericamente ne sono arrivati 18.666 in più ed i pernottamenti sono stati più del doppio di quelli italiani: 788.494 rispetto a 368.488.

La distribuzione delle nazionalità vede sempre al primo posto i Tedeschi che sono ulteriormente aumentati in arrivi e presenze rispettivamente del 9,16% e 12,83%.  (Nel 2011 il loro aumento era stato del 12,60% negli arrivi e del 10,87% nelle presenze). Il flusso dei Tedeschi pesa per il 19,94% degli arrivi totali e per il 24,71% delle presenze totali in incremento rispetto al 2011 (19,22% gli arrivi e 23,25% le presenze). I loro arrivi sono aumentati di 5.146 unità e le presenze di oltre 32.508 pernottamenti.

Oltre ai Tedeschi hanno fatto registrare aumenti in arrivi e presenze anche i turisti provenienti dal Regno Unito, che solitamente prediligono strutture alberghiere di 4* e 3* e, ancora, quelli dai Paesi Bassi che soggiornano in campeggi e villaggi e dalla Russia dove gli arrivi sono raddoppiati in 2 anni raggiungendo la cifra di 7.507 e attestando le presenze a quota 29.535.

Aumenti significativi anche per Austria, Belgio, Svizzera, Danimarca e Francia. Si stanno consolidando i flussi da Israele, Stati Uniti, Australia, Svezia e Finlandia.

Il flusso turistico mensile

La stagione turistica nella quale gli arrivi sono oltre 20.000 va da  Aprile a Settembre con punte che superano i 40.000 da Giugno a Settembre.

Le presenze più significative si registrano sempre in Luglio e Agosto con oltre 200.000 pernottamenti.

Le categorie alberghiere

Come già evidenziato da altri dati, gli Italiani con 4.497 arrivi in meno e ben 27.081 pernottamenti in meno, hanno ridotto la positività del comparto alberghiero. Un piccolo loro incremento si registra esclusivamente negli alberghi residenziali. Per contro, è stato importante l’incremento degli stranieri soprattutto nelle strutture di 4* e 5* con + 4.889 arrivi e + 18.254 presenze.

Il turismo extraalberghiero

Ottima la performance degli esercizi extraalberghieri con un + 11,66% (8.425 arrivi e 46.624 presenze in più). I B&B hanno raddoppiato le presenze straniere ed i campeggi e i villaggi turistici, pur perdendo ospiti italiani, hanno aumentato gli arrivi del 5,66% e le presenze del 7,32%. Forte è stata la richiesta di alloggi privati (REC) che hanno registrato un incremento numerico di 3.831 arrivi e oltre 21.391 presenze.

Percentuale di occupazione media degli esercizi

L’occupazione media mensile degli esercizi alberghieri nel 2012 si sposta sensibilmente da un minimo del 21,61% nel mese di febbraio ad un massimo del 87,36% del mese di agosto.

Quella negli esercizi extraalberghieri tocca il minimo del 13,86% a Novembre e sale fino all’80,91% del mese di Agosto.

Nel complesso dell’offerta ricettiva solo i mesi di luglio ed agosto raggiungono percentuali di occupazione molto buone.

Permanenza media

La permanenza media degli ospiti sul totale delle strutture ricettive è stata di 3,76 giorni ( era stata di 3,72 nel 2011).

Nel dettaglio, gli ospiti negli alberghi hanno soggiornato per una media di 3,05 giorni e quelli negli extraaalberghieri per 5,75giorni.

I numeri della ricettività

Al 31.12.2012 gli esercizi ricettivi erano 151 con 9.277 posti letto (erano 143 con 9.031 posti letto nel 2011).

Storico ricettività

La lettura dei dati della ricettività dal 1998 al 2012 ci offre la fotografia di un’offerta in crescita del 32,46% nelle strutture e del 2,10% nei posti letto.

La crescita maggiore nelle strutture si è registrata negli esercizi extraalberghieri + 96,43%.

Storico flusso turistico

Il 2012 ha fatto raggiungere a Sirmione il massimo storico del flusso turistico: 307.544 arrivi e 1.156.982 presenze, in costante aumento dal 2010. La comparazione con il 1998 ( primo anno di disponibilità della comparazione con software Turismo) segnala un aumento del 39,08% negli arrivi e dell’11,51% nelle presenze.

NOTE

Per arrivi si intende il numero delle persone arrivate sul territorio.

Per presenze si intende il numero dei pernottamenti effettuati da ciascuna persona arrivata.

Suddividendo il numero delle presenze per quello degli arrivi si ottiene il dato della permanenza media.

Le giornate letto disponibili sono composte dal prodotto del numero dei posti letto per i giorni di apertura.

Dividendo le giornate letto disponibili per il numero di presenze registrate moltiplicate per 100, si ottiene la percentuale di occupazione degli esercizi.

La ricettività è suddivisa in esercizi alberghieri che comprendono alberghi e residenze turistico alberghiere ed extralberghieri che comprendono tutte le altre tipologie ricettive previste dalle vigenti normative: campeggi e villaggi turistici, case e appartamenti per vacanze – aziende agrituristiche, B&B, affittacamere, case per ferie e rifugi alpini.

Seguendo le direttive Istat/Regione Lombardia, la voce esercizi complementari riassume tutte le tipologie ricettive extralberghiere tranne i B&B che sono esposti separatamente.

Per la corretta comparazione mensile è necessario ricordare che la Pasqua 2011 è caduta il 24 aprile e quella del 2012 l’8 Aprile. Il dato è importante perché sposta il calendario delle feste religiose nei paesi di cultura tedesca.

I dati complessivi sono pubblicati sul sito www.provincia.brescia.it/turismo alla voce Dati Statistici – Flussi turistici e sono scaricabili previa registrazione.

Si rammenta che la Provincia di Brescia è l’unico Ente titolato da ISTAT alla raccolta, elaborazione e diffusione dei dati statistici inerenti la ricettività ed il flusso turistico della provincia, in quanto organo intermedio tra le strutture ricettive e Istat che ha delineato le linee guida e la metodologia di raccolta con Regione Lombardia.

Info: turismo.statistica@provincia.bs.it

Ufficio Statistica:

Barbara Bazzoli                                 tel. 0303749420         bbazzoli@provincia.brescia.it

Iria Bassoli                                         tel. 0303749405          ibassoli@provincia.brescia.it

Referente: Maddalena Stefini            tel. 0303749937         mstefini@provincia.brescia.it

 


Gentili Signori,

la comunicazione dei dati statistici del movimento turistico registrato in provincia di Brescia nel corso del 2012 avviene quest’anno con modalità diverse rispetto al passato.

E’, infatti, la prima volta che i risultati della stagione turistica vengono presentati suddivisi in relazione alle località sede di uffici IAT e, con grande piacere, avvio il primo di una serie di incontri a Sirmione.

La scelta non è casuale e deriva dal fatto che, da alcuni anni la perla del Garda figura al primo posto in provincia per arrivi e presenze, ma vuole essere anche una manifestazione di apprezzamento per la professionalità dimostrata dagli imprenditori della ricettività sirmionese che, con puntualità, rispondono alle richieste delle normative vigenti in materia di comunicazione del flusso turistico agli organi competenti.

A loro è indirizzato, quindi, il mio plauso anche con l’intento che sia da sprone a tutto il comparto della ricettività turistica al fine di disporre, in tempo utile, di questi dati, prezioso strumento di analisi per definire investimenti e strategie di marketing.

Sempre seguendo questa direzione, desidero, inoltre, ricordare che, nel corso del 2012, i dati del movimento turistico di alcune località bresciane sono stati disponibili mensilmente on line.

Si è trattato di un esperimento volto a favorire la divulgazione immediata delle risultanze statistiche per andare incontro alle esigenze degli operatori privati e degli amministratori pubblici con l’unica variabile derivante dalla puntualità della ricezione dei dati stessi.

Il mio auspicio è che, con la collaborazione di tutti, l’esperimento si trasformi in consuetudine garantendo il più ampio e immediato accesso ai dati.

Gli incontri sul territorio inaugurati oggi, qui a Sirmione, troveranno poi conclusione nella consueta conferenza stampa generale riguardante tutta la provincia.

Ringrazio l’Amministrazione comunale di Sirmione per la cortese accoglienza e tutti gli intervenuti per la gradita presenza.

Silvia Razzi

Sirmione, 8 febbraio 2013

 

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.