Sirmione: un comune attento all’ambiente

Nel regolamento edilizio regole e divieti per dare riparo a rondini e piccole creature

LUNEDÌ 16 MAGGIO 2022

Il rinnovato regolamento edilizio sirmionese è il primo nel bresciano a prevedere norme per la protezione della nidificazione di specie tutelate come rondini, balestrucci, rondoni e per la tutela dei rifugi diurni e invernali dei pipistrelli. Il regolamento introduce inoltre misure di salvataggio per la piccola fauna in genere.

Le regole, contenute nell’articolo 84 che si intitola in modo significativo “salvaguardia della biodiversità urbana”, stabiliscono che la realizzazione di nuovi edifici e la ristrutturazione di quelli esistenti possano prevedere il posizionamento di barriere anti-piccione, ma senza che queste pregiudichino l’eventuale nidificazione di rondoni, rondini, balestrucci e chirotteri. L’articolo vieta inoltre la distruzione dei nidi e, in caso di loro presenza in garage, rimesse, ripostigli, porticati, prevede che venga garantito l’accesso agli uccelli per tutto il periodo della nidificazione.

Così il Sindaco, Luisa Lavelli, nell’articolo pubblicato su Bresciaoggi il 16 maggio 2022: “La tutela dell’ambiente è da sempre un tema di fondamentale importanza per la nostra amministrazione, impegnata a promuovere questo stesso valore con iniziative e gesti concreti. In quest’ottica si inserisce anche la revisione del regolamento edilizio comunale, nell’ambito della quale abbiamo accolto la sollecitazione delle associazioni Lipu e Lac prevedendo una serie di elementi che rendano ancora più effettiva la salvaguardia della biodiversità urbana”.

Leggi gli articoli completi su Bresciaoggi

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.