La sponda veneta

Subito dopo il territorio di Sirmione, da Peschiera ha inizio la sponda veneta e veronese del lago di Garda, la parte orientale tradizionalmente soprannominata Riviera degli Ulivi.

Percorsa dalla Strada Gardesana Orientale da sud a nord, e più all’interno dalla superstrada fino ad Affi e dall’autostrada A22, la costa è punteggiata di pittoreschi borghi e spiaggette e dominata alle spalle dalla presenza del Monte Baldo: la riviera consente inoltre di godere di scorci perfetti sui meravigliosi tramonti del lago di Garda dietro alle montagne del litorale bresciano.

 

Peschiera del Garda

Con le sue mura veneziane che l’hanno fatta inserire nel patrimonio dell’Unesco, Peschiera del Garda è una città fondata come fortificazione dagli Scaligeri con una rete di canali all’incrocio tra il lago di Garda e la fuoriuscita del fiume Mincio, ai piedi delle colline moreniche.

Affermata come avamposto difensivo fino al periodo napoleonico e alle guerre d’indipendenza italiane, oggi Peschiera è un fiorente centro storico nei cui dintorni si può visitare il Santuario della Madonna del Frassino e percorrere la lunga ciclabile fino a Mantova.

 

Lazise

Designato come più antico Comune d’Italia da un diploma dell’imperatore Ottone II, Lazise ancora oggi custodisce la sua eredità antica nei palazzi del centro storico e fra le mura della Dogana Veneta, uno dei monumenti più conosciuti assieme all’imponente Castello Scaligero all’ingresso del borgo.

Lazise al tramonto
Lazise al tramonto – Ph. Delorenzi Davide

In un tour della città si può ammirare la pala di San Martino presso la Chiesa dei Santi Zenone e Martino e percorrere la passeggiata lungolago fino a Bardolino, mentre nelle vicinanze si può assaporare un po’ di relax alle Terme di Colà e al Parco termale di Villa dei Cedri.

 

Garda

La città che porta il nome del lago sorge in un’ampia insenatura protetta dall’alto dalla Rocca di Garda, altura sulla quale sorgeva un’antica fortificazione di cui esistono ancora i resti e che, secondo una leggenda, fu luogo di prigionia della regina italiana e imperatrice germanica Adelaide di Borgogna.

Golfo di Garda
Golfo di Garda – Fonte: Wikimedia – Autore: Vee13vr

All’altra estremità del territorio di Garda si erge Punta San Vigilio, un promontorio naturale che ospita l’affascinante parco e spiaggia della Baia delle Sirene, mentre più vicino al centro storico della città si trova il lido attrezzato della Spiaggia La Cavalla.

 

Torri del Benaco

Situata nella parte del lago in cui le coste lombarda e veneta iniziano ad avvicinarsi per poi restringersi sempre più andando verso nord, Torri del Benaco si affaccia sulle acque del Garda con le mura merlate e le torri del suggestivo Castello Scaligero.

Torri del Benaco – Il Castello scaligero con la limonaia – Fonte: Wikimedia – Autore: Pierre Bona

All’interno della fortezza oggi è possibile visitare il Museo Etnografico con reperti legati alla storia locale, ad attività come olivicoltura e pesca e alle incisioni rupestri rinvenute nel territorio comunale, oltre che una caratteristica limonaia.

Il centro storico riserva una piacevole passeggiata tra le piccole attività locali e la zona del porto.

 

Malcesine e il Monte Baldo

Sorto nella parte veronese del lago di Garda, Malcesine è un borgo medievale con antiche stradine acciottolate che si intersecano ai piedi del suggestivo Castello, eccezionale punto panoramico per ammirare il paesaggio lacustre tra acqua e terra.

Alle spalle di Malcesine, il Monte Baldo è uno dei luoghi naturalistici per eccellenza della zona: ideale per passeggiare, per fare scoperte naturalistiche e per praticare sport, è raggiungibile con mezzi privati, in funivia e, direttamente da Sirmione, anche in battello.

 

Cosa visitare sul Lago di Garda: la mappa

Per organizzare il tuo soggiorno e spostarti tra le riviere veronese, bresciana e trentina del lago di Garda, puoi affidarti alla mappa qui sotto:

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.