Mai far la Lady

Cukor e Shaw per un classico del Musical in salsa veneziana

Pubblicato il: 4 Gennaio 2016

Mai far la Lady
di Mauro Fontanini
Compagnia Collettivo Terzo Teatro (Gorizia)
Rassegna teatrale Sabato a Palazzo XIII Edizione
Sabato 23 gennaio, ore 21, Palazzo dei Congressi
Ingresso 5 €

Liberamente tratto dal film "My Fair Lady"
diretto da George Cukor, dal musical di Alan Jay Lerner e Frederic Loewe e dall'opera Pigmalione di George Bernard Shaw
 

Chi non ricorda il celebre film “My fair Lady” interpretato da Audrey Hepburn e Rex Harrison, vincitore di otto premi Oscar? Lo spettacolo dal Covent Garden di Londra in questa originale rielaborazione è ambientato invece a Venezia, al Mercato di Rialto ed in un palazzo sul Canal Grande.

La scena delle corse di cavalli ad Ascott viene trasferita e rimodellata su un palco del Teatro “La Fenice”, durante la messinscena dell’opera lirica “Rigoletto” di Giuseppe Verdi.
Anche i personaggi popolari non si esprimono nel classico cockney inglese, ma chi in dialetto veneziano e chi con un marcato accento napoletano.

Il Prof. Ghigi è il “pigmalione” che affida al modo di parlare il passepartout per il riscatto sociale di una rozza fioraia. Elisa Dulitto è un po’ Cenerentola, un po’ Pretty Woman, ma anche Mary Poppins: insomma è l’archetipo del riscatto, della rivincita ed incarna il desiderio e il sogno di tutto l’universo femminile.
Alla fine anche un apparente “misogino e scapolo convinto” come il Prof. Ghigi dovrà capitolare di fronte alla metamorfosi della sua creatura e si lascerà travolgere dalla bellezza di Elisa.
Anche il pubblico finirà per venir conquistato dalla tempesta dei sentimenti che ha reso immortale questo capolavoro del teatro musicale.

 

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.