IL PADRE [SPETTACOLO ANNULLATO PER IL MALTEMPO]

Un capolavoro di dura psicologia, l’impietosa analisi di un dramma famigliare

Pubblicato il: 6 Febbraio 2012

11 febbraio 2012, ore 21
Il padre
di August Strindberg
Piccola Ribalta (Civitanova Marche, MC)
Sirmione, Palazzo dei Congressi
Ingresso € 5,00

Un capolavoro di dura psicologia, l’impietosa analisi di un dramma famigliare

Il padre
"Un capolavoro di dura psicologia" così Friedrich Nietzsche definiva Il Padre di Strindberg, in una sua celebre lettera, ammettendo d’aver letto il testo per ben due volte, con sorpresa e commozione.
Non stupisce che il grande filosofo apprezzasse un testo così forte e violento, tutto giocato sul confronto di psicologie profonde, di caratteri "scolpiti con l’accetta". Strindberg pone al centro della propria opera una sofferta percezione dell’io, la crisi della coscienza, il travaglio interiore dei personaggi e trasforma i suoi testi in vortici d’azioni e pensieri frammentari, dove la razionalità del teatro precedente lascia posto a quegli accenti allucinati, onirici, metaforici che tanto peso avranno sulla scena del Novecento.
Nel dramma ogni più intimo pensiero, ogni emozione è intuibile e diviene parola, gesto, a volte addirittura urlo.
August Strindberg (1849-1912) dice di sè: "Non ho il pensiero più acuto, ma il fuoco e il mio fuoco è il più bruciante di tutta la Svezia". E’ il suo biglietto di presentazione dove ossessività e tormento sembrano danzare con la forza espressiva di tale dichiarazione. Una vita, la sua, marcata dall’angoscia, crisi morale e travaglio interiore che segnerà tutta la sua poetica teatrale.
"Il padre", scritto nel 1887, è considerato un capolavoro del teatro naturalista in cui Strindberg affonda gli artigli nella propria psiche per cercare le cause profonde, oscure della sua infelicità, le tare, le nevrosi che lo tormentano.
In una lettera agli editori Strindberg scrive: "Questa commedia realizza il dramma moderno e in tale sua qualità ha qualcosa di molto originale perché la lotta si dibatte tra le anime, nasce la lotta dei cervelli, non più la tenzone a colpi di pugnale o l’avvelenamento…. I francesi di oggi cercano ancora la formula, ma io l’ho trovata".
Nel teatro di Strindberg è forte il legame con il pubblico: lo spettatore è costretto a rivivere il processo dialettico che si agita sulla scena, ne è disturbato, scosso, spinto a porsi domande. La divergenza di opinioni tra il Capitano e sua moglie Laura nasce sull’educazione della figlia Berta. La donna, con abilità insinua nella mente dell’uomo, abituato al comando, il dubbio della paternità per poi coinvolgere, nella sua sottile trama, conoscenti, familiari e perfino il medico di famiglia il Dottor Ostermark. Lo scontro tra i due si fa sempre più acceso e furibondo fino a sfociare in un gesto violento del Capitano che lo screditerà fino all’interdizione. La sconfitta del "maschio" viene espressa dal repentino cadere del protagonista in una dimensione infantile, in una prostrazione profonda, senza difesa, nella quale troverà la morte.

Piccola ribalta
La "Piccola Ribalta" nasce a Macerata nel 1993 e dal 1996 si trasferisce a Civitanova Marche dove attualmente svolge la sua attività artistica e culturale. Benché relativamente giovane , ha già avuto modo di farsi conoscere in campo regionale e nazionale, partecipando con successo ai più importanti festival e rassegne del settore , rappresentando impegnative opere teatrali.L’Associazione Culturale "Piccola Ribalta" è sorta nel 1993 per volontà di attori e tecnici che hanno maturato per anni esperienze in divL’Associazione Culturale "Piccola Ribalta" è sorta nel 1993 per volontà di attori e tecnici che hanno maturato per anni esperienze in diverse attività teatrali. L’esordio della " Piccola Ribalta" è consistito nella produzione di un raffinato cofanetto di audiocassette dal titolo "La poesia italiana dal XIII al XX secolo". Sono seguiti impegnativi allestimenti che hanno riscosso lusinghieri apprezzamenti avuti sia in ambito regionale che nazionale. Numerose, difatti, sono state le partecipazioni a prestigiosi festival nazionali tra i quali: il Festival Nazionale d’Arte drammatica di Pesaro , lo Schiofestival (VI) , il Festival Nazionale"Sele d’Oro" , il Festival Nazionale "Salvo Randone" di Sciacca (AG) , il Festival Regionale "Le Muse" di Ancona , la Rassegna "Tuttinscena" di Roma e altre rassegne a Bolzano, Verona, Agrigento ecc. Inoltre dal 1998 la nostra Associazione cura, con il patrocinio del Comune di Civitanova Marche, l’allestimento della Rassegna Teatrale "Caro Teatro" che si svolge nel periodo ottobre/novembre presso il teatro Annibal Caro di Civitanova Marche Alta. erse attività teatrali.
L’esordio della " Piccola Ribalta" è consistito nella produzione di un raffinato cofanetto di audiocassette dal titolo "La poesia italiana dal XIII al XX secolo". Sono seguiti impegnativi allestimenti che hanno riscosso lusinghieri apprezzamenti avuti sia in ambito regionale che nazionale. Numerose, difatti, sono state le partecipazioni a prestigiosi festival nazionali tra i quali: il Festival Nazionale d’Arte drammatica di Pesaro , lo Schiofestival (VI) , il Festival Nazionale"Sele d’Oro" , il Festival Nazionale "Salvo Randone" di Sciacca (AG) , il Festival Regionale "Le Muse" di Ancona , la Rassegna "Tuttinscena" di Roma e altre rassegne a Bolzano, Verona, Agrigento ecc. Inoltre dal 1998 la nostra Associazione cura, con il patrocinio del Comune di Civitanova Marche, l’allestimento della Rassegna Teatrale "Caro Teatro" che si svolge nel periodo ottobre/novembre presso il teatro Annibal Caro di Civitanova Marche Alta.

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.