Gli appuntamenti del fine settimana: occasioni di memorie e divertimenti

Le commemorazioni della ritirata di Russia e dei campi di sterminio e il secondo appuntamento con Sabato a Palazzo

Pubblicato il: 25 Gennaio 2006

Gli appuntamenti di questo fine settimana ruotano intorno al ricordo dei tragici e drammatici momenti della Seconda Guerra Mondiale.

Il 26 gennaio a Rovizza, alle ore 10, il Guppo di Sirmione dell’Associazione Nazionale Alpini, ha organizzato le commemorazioni per il 63. anniversario della Battaglia di Nikolajewka.
Questo il programma:
ore 10 – ritrovo a Rovizza presso la sede del Gruppo sportivo Rovizza
ore 11 – Santa Messa nella Chiesa di Sant’Orsola a Rovizza
ore 11,45 – Alzabandiera, deposizione di una corona d’alloro e interventi delle autorità
ore 12,30 – Pranzo al Ristorante Loda

Il Comune di Sirmione ha deciso di ricordare la Giornata della Memoria con una conferenza che si terrà sabato 28 gennaio alle ore 17 presso la Biblioteca Comunale:
L’arte figurativa annunciatrice dell’Olocausto
Conferenza con diapositive a cura di Agostino Barbieri, sopravvissuto a Mauthausen
Introduzione di Michele Nocera
A tutti i presenti verrà fatto omaggio del volume di Agostino Barbieri, L’Urlo di Munch

Passando a temi decisamente più frivoli, venerdì 27, alle ore 20.40, in Biblioteca, è previsto il secondo incontro con Stefano Magnani sulla
La musica nel cinema. Il cinema di Ennio Morricone
Introduzione di Michele Nocera

Dopo il grande successo del primo spettacolo, che ha completamente riempito il Palazzo dei Congressi, secondo appuntamento con la Rassegna Teatrale diretta da Daniele Sterza, “Sabato a Palazzo”
sabato 28 gennaio 2006, ore 21.15, Palazzo dei Congressi
Per colpa di Aristotele Cosa Nostra è finita di Enzo Rapisarda
Nuova Compagnia Teatrale. Regia di Enzo Rapisarda

La vicenda si svolge in una New York degli anni ‘50 ed è la storia dei tre fratelli Bonanno, Vincent, il pensatore, Mimì, il cuoco e Peter il poeta ed anche il più giovane e maldestro dei tre. I fratelli prestano la loro opera per una delle più potenti famiglie mafiose della città ma essendo tre imbranati hanno compiti banali: malgrado ciò riescono ugualmente a combinare guai.
Tra equivoci e doppi sensi la commedia diverte per le sue battute, le gags esilranti  e le frecciate satiriche.
Una parodia che a tratti ci riporta a film famosi e prende di mira tutti gli stereotipi legati alla mafia.

Domenica 29, alle ore 15, all’Oratorio di Lugana,
Festa di San Giovanni Bosco e spettacolo di burattini

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.